Home » NEWS » "REGATA NOTTURNA SISTIANA-PIRANO-SISTIANA"

"REGATA NOTTURNA SISTIANA-PIRANO-SISTIANA"

"REGATA NOTTURNA SISTIANA-PIRANO-SISTIANA" - POWERACE TEAM
Trieste, 26 giugno 2011
E’ iniziata la pausa estiva nel calendario della Classe Ufo ma le ragazze alle ferie non ci pensano nemmeno!
Sono le 20.30 di sabato 25 giugno, il sole è quasi del tutto tramontato e sta lasciando dietro a se un cielo rosa intenso, la baia di Sistiana e il Castello di Duino sullo sfondo, le prime note musicali che si alzano dai numerosi locali della spiaggia ed in questo scenario le ragazze abbassano la passerella e fanno salire a bordo 3 maschietti. Nemmeno il tempo di godersi il tramonto e distribuirsi i ruoli con i nuovi e inusuali compagni di barca che riecheggia la sirena dei 5’. Eh si, ore 21.00, luci accese, precedenze improbabili, virate e strambate improvvise e via sulla sirena si aprono gli spy ed i gennaker ed inizia così la regata notturna Sistiana-Pirano-Sistiana. Partenza di poppa, con precedenze regolate dalle regole di navigazione notturna, tra la confusione e le molte grida subito la prima sorpresa,  un ghigno beffardo campeggia fuori dalla baia, è l’inconfondibile sorriso di Cattivik che aprofittando delle tenebre si imbarca da clandestino sul Poison delle sue terribili avversarie, per studiarle forse o per marcare stretto l’Alieno che si aggira quatto quatto nella Baia. Nel disorientamento degli avversari, Giulia, Francesca e Carlotta coadiuvate per l’occasione da Piero, Davide e Massimo con due strambate strette portano il Poison fuori dalla mischia e dalla leggerissima termica che caratterizzava la zona di partenza, neanche un miglio e il nostro eroe nero si rifugia in testa d’albero lasciando la scena all’arancio intenso, l’aria infatti gira a destra e rinforza il Poison alza la sua ala e vola con una veloce bolina larga verso Punta Madonna dove gira quinto.
Il ritorno è ancora più veloce, la serata è splendida, temperatura estiva, visibilità perfetta e le miglia corrono. Dopo quasi 2 ore lo scafo arancio si riaffaccia nella Baia, esce dal buio della notte ed è accolto dalla musica assordante delle discoteche ma soprattutto dal podio, infatti con un’ottima condotta tattica infila sul secondo lato sia il Tiburon, detentore del trofeo, che il Tolomeo entrambi dotati di gennaker e frulloni ma nonostante le grandi vele fuori dal gioco delle medaglie.
Poison terzo assoluto!!! Un grandissimo risultato ed il suono inconfondibile del tappo che lascia sgorgare le effervescenti bollicine Perlée passano in primo piano rispetto alle hit sparate dagli amplificatori del Cantera. Sono quasi le 2 e sulla strada del ritorno sorge una splendida luna che accompagna il Poison ed il suo equipaggio verso il meritato riposo.