Home » NEWS » EVENTO UFO 2014

EVENTO UFO 2014

EVENTO UFO 2014 - POWERACE TEAM

Sabato, 3 maggio 2014

Primo week end di maggio insolitamente ventoso, con il sole che sgomita per far sentire il suo tepore con dei nuvoloni gonfi e minacciosi. La riviera di barcola è simile a un quadro di Van Gogh, piena fitta di migliaia di puntini colorati... Si sono i 12000 podisti, pronti per la Bavisela, che provano x l'ultima rifinitura il percorso. Tra i colori scuri smagrenti e le divise fluorescenti dei più atletici, ecco due macchie colorate che riempiono il mare. Due saette, una rossa e una arancio che giocano con le creste bianche del mare spazzato dal borino. I più attenti riconoscono subito le chiome fluenti delle ragazze del Poison che scortate a breve distanza dai ragazzi di ReNero. Un oretta di strambate con il vento in poppa e i due portacolori del Powerace Team (il Cattivik questa volta è rimasto ai box a lucidare il primo trofeo stagionale!!!), sono pronti sulla linea di partenza dell'Evento Ufo, organizzato dalla LNI - Monfalcone. Unica nota negativa la scarsa partecipazione proprio degli equipaggi cantierini che presentano al via il solo Bandito per l'occasione condotto dalla super accoppiata Calligaris-Noè (scappato con la scusa della Bavisela alle grinfie di Jenko).

Prima partenza e le ragazze sono subito davanti, Noè si fa sorprendere in partenza, forse distratto dalle grazie delle compagne di barca, ma rientra subito facendo saltare prima ReNero è portando fuori dal campo di regata il Poison fino all'estrema sinistra, la mossa funziona solo parzialmente xché non si accorge che pagava di più il lato destro e alla boa di bolina ReNero passa davanti a tutti presentandosi mure a dritta in boa.

Si vede che è la prima uscita per il nuovo equipaggio di ReNero che in manovra si fa infilare da Bandito decisamente più avanti con il rodaggio. Ultimo brivido nell'ammainata prima del traguardo con ReNero che pasticcia ma che riesce con un colpo d'ala a contenere il ritorno del Poison seppur al photofinish.

Visti i pochi partecipanti, nella seconda prova si aggiunge anche Eolo che si fa sentire con raffiche oltre i 20 nodi che costringono gli equipaggi a ridurre le vele. Archiviati i Genoa e issati i fiocchetti si riparte con le ragazze sempre davanti a tutti in partenza ma penalizzate in bolina dal loro peso, troppo leggere per queste condizioni, e Noè ha vita facile, conduce Bandito alla seconda vittoria controllando il Poison e un attardato ReNero.

Terza e ultima prova ancora con raffiche molto sostenute, con il Poison che parte benissimo sopra a tutti e controlla gli avversari in bolina, ingresso in boa è issata velocissima con un buon vantaggio sugli avversari che però leggono meglio le raffiche che arrivano da dietro e riescono a prender l'interno alle ragazze. Bandito e Poison tirano la manovra fino al limite ammainando praticamente sulla boa e si presentano appaiate sull'ultima bolina. Qui raffiche e onde sono ancora favorevoli a Bandito che riescono ad allungare di quel tanto che basta x condurre in controllo la regata fino al traguardo.

La classifica finale vede prevalere Bandito (3) sul Poison (7) e ReNero(8).